Teoria dello Spazio Quantizzato

di Francesco Santandrea e Pierluigi Cirilli

© 1994 – 2015 Proprietà letteraria, artistica e scientifica riservate, copia dell’opera è depositata presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per l’informazione e l’editoria – Servizio per il diritto d’autore.

in prossima riedizione e pubblicazione …


Lo Spazio può trasmettere e confinare energia proporzionalmente alla frequenza dell’energia elettromagnetica irradiata, il punto di demarcazione tra la radiazione e il confinamento (onda/particella) è la frequenza Compton per l’elettrone, questa frequenza è di risonanza dello Spazio stesso.


h = 6.626 · 10^-34 Js  Costante di Planck  ( Quanto d’azione )
hd = 6.626 · 10^-34 Js^-1  Costante di Planck distribuita ( Quanto di reazione )
c = 299792458 ms^-1  Velocità della luce nel vuoto
Ese = 5.363 · 10^-54 J  Energia di struttura
Hcre = 1.789 ·10^-62 Jsm^-1  Costante di struttura

L’essenza del Principio della Relatività di Albert Einstein, che comunemente si ha, viene riassunta nella frase: “tutto è relativo”, e si intende con ciò il fatto che non esiste dipendenza alcuna in ciò che si considera. Niente di più falso! Il Principio della Relatività può essere così ribattezzato : Principio della Relazione (tra Spazio e Tempo), quindi il suo vero significato è l’esatto contrario dell’opinione comune, la realtà che ci circonda è fatta di fenomeni in assoluta relazione tra loro!